Come dare valutazioni efficaci in azienda

Rientra tra le capacità del buon oratore saper dare feedback - delle valutazioni - per aiutare a migliorare un collaboratore o, in contesti aziendali, per far crescere il team.

In verità, è necessaria una capacità doppia: dare e saper gestire il dopo feedback.

Ecco allora un rapido video, con alcuni consigli per i feedback efficaci in azienda.

Il processo del feedback viene diviso in 3:

  1. preparazione del feedback (con la tecnica del sandwich e le varianti);
  2. dare il feedback;
  3. gestire la risposta.

Buona visione:

 

6 tipologie di reazioni al feedback

Nell'ultima parte del video, ascolterai che è spesso sottovalutata la terza tappa: gestire la risposta di chi ha ricevuto la valutazione.

Ed è la parte più importante del processo di feedback: la gestione dell’aspetto emotivo.

Sono 6 le più comuni tipologie di reazioni che potrai avere:

  • C’è chi fabbrica scuse.
    E con questi, potresti riflettere sulla paura di ammettere che c’è un problema  o la paura di cambiare atteggiamento.
  • Chi perde le staffe.
  • Il perfezionista: in questo caso la persona si sente spesso molto in colpa, quando pensa di aver deluso il suo leader. Quindi meglio andarci più soft, con lui.
  • L’ipocrita: cioè ascolta, è d’accordo con te, ma poi non modifica niente.
  • L’emotivo: con lui, meglio tenere a portata di mano dei fazzoletti.
  • Il dipendente maturo e disposto a migliorare: a questo livello dovremmo riuscire a portare un giorno tutti gli altri.

Trovare le parole giuste per dare una buona valutazione è quindi solo "metà dell'opera". Ricordiamoci sempre che va saputo gestire il livello emotivo dell'ascoltatore e leggere tra le righe della risposta ricevuta.