Migliorare la comunicazione assertiva: gioco di ruolo con public speaking

Scritto da
Nicola Di Grazia
Data:
27/03/2023

Sopratutto nel mondo aziendale, sento usare spesso la parola "comunicazione assertiva", come una competenza poco sviluppata, con una grande necessità di miglioramento.

Ma cosa si intende per comunicazione assertiva?
Definiamo cosa è l'assertività e cerchiamo di abbordarla da un punto di vista del public speaking.

Perchè l'assertività impatta anche sulla personalità e l'autostima: aspetti che, in azienda, spesso non si possono risolvere nel breve tempo. Mentre sulle competenze di public speaking e l'ascolto attivo, focalizzate nell'assertività, si può intervenire con maggiore puntualità.

Cosa vuol dire comunicazione assertiva?

La comunicazione assertiva è un tipo di comunicazione che mira a esprimere le proprie opinioni, i propri bisogni e i propri sentimenti in modo chiaro e rispettoso degli altri. Una persona che comunica in modo assertivo cerca di evitare l'aggressività, la sottomissione e la passività.

Ci sono quindi 3 principali atteggiamenti di comunicazione con un'altra persona:

  • aggressivo (generalmente parla ad alta voce, interrompe e "parla sopra" gli altri, fissa negli occhi)
  • passivo (ha paura di parlare, parla piano, evita di guardare le persone).
  • assertivo (stabilisce un buon contatto visivo, partecipa ai gruppi, usa un tono colloquiale)

E, secondo la teoria dal dottor Eric Berne, aggressivo o passivo possono peggiorare in un atteggiamento di ascolto indifferente, in cui non si ritiene minimamente interessante quello che hanno da dire gli altri a noi.

Come accennato sopra, essere assertivi non è appena una questione di tecnica. Non divento assertivo solo per un corso di public speaking, che insegna ad ottenere una postura aperta o una tonalità varia. Certo aiuterà.

Conoscere i miei diritti nella comunicazione.

La base dell'assertività è sopratutto il saper accettare dei diritti:

  • il diritto ai tuoi valori, convinzioni, opinioni ed emozioni,
  • il diritto di dire agli altri come desideriamo essere trattati,
  •  il diritto di chiedere informazioni o aiuto,
  • il diritto di cambiare idea,
  • il diritto a piacerci anche se non siamo perfetti.

Riconoscere anche i diritti dell'interlocutore.

E se hai dei diritti, anche i tuoi interlocutori li hanno! Quindi essere assertivi è riconosce anche i diritti degli altri.

Il base al riconoscimento o meno dei diritti, agli occhi degli altri risulteremo con almeno uno di questi 5 comportamenti:

  • Competitivo
    So cosa voglio e farò tutto il possibile per ottenerlo sapendo che ciò significherà che l'altra persona non otterrà ciò che desidera.
  • Accomodante
    So cosa voglio, ma ti lascerò avere quello che vuoi anche se questo significa che ci perdo io. È naturale voler essere apprezzati ed essere considerati come "gentili" o "con cui è facile andare d'accordo", ma se nascondi le tue opinioni, specialmente quelle che sono in conflitto con quelle di altre persone, questo a volte porta a essere sfruttato dalle persone che non sono così gentili o premurosi.
  • Per il compromesso
    So quello che voglio, riconosco quello che vuoi tu, quindi incontriamoci nel mezzo, così almeno otteniamo qualcosa entrambi. Ma non è detto che nel mezzo stà sempre la verità, la giusta scelta.
  • Quello che evita
    Non so cosa voglio ma non so cosa fare adesso. Entrambi non otteniamo nulla, poiché il problema è irrisolto.
  • Collaborativo/assertivo
    So cosa voglio, riconosco ciò che vuoi tu, ma sono aperto a nuove opzioni, il che significa che entrambi otteniamo il miglior risultato possibile. Entrambi vinciamo e la base della nostra comunicazione è l'assertività.

comunicazione assertiva

Alcuni esempi di frasi passive, aggressive, assertive

È facile identificare passività, aggressività e assertività?

Abbastanza, se ci si fa attenzione. Leggi i seguenti esempi e pensa alle situazioni in cui hai notato questo comportamento, in te stesso o negli altri.

Sono sicuro che saprai individuare se sono frasi assertive, aggressive o passive. E quindi, eventualmente, correggere.

Ciao... ehm. ehm... spero di non disturbarti... probabilmente sei occupato... forse questo non è un buon momento... beh, non era così importante... forse potrei raggiungerti un'altra volta... se tu fossi libero... ero solo mi chiedevo... se non fosse troppo disturbo... oh, non importa davvero... sciocco da parte mia... no, certo - qualunque cosa tu dica... sì, lascerò perdere tutto e lo farò per te adesso... scusa... non l'ho fatto...

Senti, te l'ho già detto prima... come hai potuto essere così stupido... che idea ridicola... non ho mai sentito simili sciocchezze...

NO! non puoi... voglio questo e lo voglio adesso... ascoltami adesso... fai come ti viene detto...
fallo così o ci saranno guai... faccio questo lavoro da anni, non c'è niente che tu possa fare dimmi... sei sempre in ritardo... non ci riesci mai.

Ho bisogno di parlarti di...  Come possiamo farlo? Lo facciamo... che idee hai?... penso che sarebbe meglio perché... lavoriamo insieme su questo... grazie per avermi dato il tempo di spiegare la mia posizione... apprezzo il tuo aiuto e supporto.

Il cambiamento di comunicazione: esercizi

Anche se pensi di essere spesso passivo o aggressivo e non sai come essere assertivo, è probabile che rispondi in modo assertivo almeno in alcune situazioni della vita. Ad esempio, potresti sentirti a tuo agio a parlare quando un cassiere in un negozio ti dà il resto sbagliato.

Il trucco è riconoscere quelle aree in cui sei assertivo: identifica le tue abilità e applicale in altre aree della tua vita. In questi esercizi, che puoi fare ogni momento della tua giornata, ricorda di:

  • Dare agli altri la possibilità di parlare.
  • Rispetta le opinioni degli altri.
  • Sii diplomatico.
  • Scegli un linguaggio assertivo (non aggressivo o passivo).
  • Evita un comportamento esigente.
  • Sii aperto a consigli/feedback degli altri.

lite

Diventare più assertivi: un gioco di ruolo

Il modo migliore per imparare il comportamento assertivo è attraverso la pratica, come sopra.

Ma non tutti siamo pronti a farlo nella vita reale.

Di seguito allora, sono riportate una serie di esperienze in cui le persone possono imbattersi, che richiedono assertività.

Prova a mettere in pratica le tue risposte nelle situazioni seguenti con un parente, un amico, il tuo manager o un collega che ritieni assertivo. O all'interno di un corso di public speaking. Ci sono almeno 4 contesti da provare:

1) Affermarsi con amici e familiari

Cosa diresti se:

  • Presti a un amico uno dei vostri libri. Lo restituisce con le pagine mancanti.
  • Il tuo amico chiede sempre in prestito dei soldi quando esci, ma non ti rimborsa mai.
  • Un parente ti chiama a tarda notte solo per parlare. Sei stanco e devi alzarti presto.

2) Affermarsi in situazioni mediche e di sicurezza personale

  • Il tuo medico ti prescrive un medicinale ma non ti dice a cosa serve o se ce ne sono effetti collaterali.
  • Stai pranzando e la persona accanto a te fuma per tutto il pasto; questo davvero ti disturba.
  • Sei il passeggero di un'auto e l'autista sta guidando più velocemente di quanto pensi sia sicuro.

3) Affermarsi nelle situazioni quotidiane

  • Le nuove scarpe che hai comprato tre settimane fa stanno già iniziando a cadere a pezzi. Decidi di riportarle al negozio dove le hai acquistate.
  • Il tuo vicino fa dei lavori di ristrutturazione della casa e gli operai lavorano rumorosamente ogni giorno, dalle 5 del mattino. Questo ti ha svegliato troppo presto per tutta la settimana.

4) Affermarsi nelle situazioni lavorative

  • Un collega alla scrivania accanto è molto disordinato e le sue cose si rovesciano sulla tua scrivania.
  • Rispondi costantemente alle chiamate di un collega che preferisce lavorare "lontano dalla scrivania" e questo influisce sulla tua capacità di fare il tuo stesso lavoro.
  • Un collega ha di nuovo ritardato la consegna di un report. E questo influisce sul presentare la tua relazione in azienda.

In questo gioco di ruolo di public speaking, sarà poi importante la seconda parte: avere il feedback di chi ha fatto l'amico, il familiare, il collega, che ha ascoltato l'esercizio di comunicazione assertiva.

Sarà utile sapere da lui se ha ritenuto misurate ed empatiche le parole udite. Ci sono lati che possono essere migliorati ancora, secondo lui? E se avesse contro argomentato, la replica è stata ancora assertiva?

Per concludere: ti auguro di provare questo gioco di ruolo di public speaking, all'insegna della chiarezza espositiva, del rispetto dei diritti propri a altrui. Ed anche del divertimento.

Un esempio in video del gioco di ruolo

È stato svolto il gioco di ruolo sull'assertività, sopra descritto, all'interno della sezione Table Topic di un club Toastmasters. Nel video di esempio, il mediatore propone ad Emanuela di gestire la comunicazione in una situazione "scomoda". Poi Roberto valuterà il livello di assertività della risposta di Emanuela. Guarda di seguito.

Condividi ai tuoi amici

5 articoli più letti nell'ultimo mese

web marketing
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram